CURRICULUM DI ANDREA MANNUCCI

compositore e direttore d'orchestra












Studia pianoforte, composizione e direzione d'orchestra presso il conservatorio di Parma con i maestri Piero Guarino, Antonello Allemandi e Camillo Togni.

Come concertista vince alcuni concorsi di pianoforte tra i quali la VI Edizione del Concorso "Pina Avagliano" di Messina.

Decisiva alla sua impronta musicale è la conoscenza con Aldo Clementi che lo presenta al Festival Pontino 86 con il Sestetto per archi.

Viene premiato in numerosi concorsi di composizione tra cui Sommerliche Musiktage Hitzacker - Castello di Belveglio - Viotti di Vercelli.

Partecipa ad alcune tra le più importanti rassegne e festival di musica contemporanea: Nuova Consonanza Roma - Musica Nel Nostro Tempo Milano - Festival Musica d'Oggi - Musica Presente Milano - Musica 9OO' Cremona - Nuove Traiettorie Parma - Amsterdam Concetgebouw - Rotterdam de Unie - Muziekcentrum Vredenburg - Tage Neuer Kammermusik Braunschweig ecc.


La sua musica è pubblicata dalla casa editrice Suvini Zerboni/Sugar Music di Milano, principali opere liriche:


- Notturno farsa musicale in un atto su testo di Balilla Pratella,

  1. -Il Sipario dell'Anima racconto in musica (con balletto) da i "Dolori del giovane                      Werther" di Goethe,

  2. -Il Principe Felice novella in musica su testo di Oscar Wilde,

  3. -Il cuoco fellone opera buffa in due atti su testo di Marco Ongaro

  4. -Kiki de Montparnasse opera in un atto su testo di Marco Ongaro. 'opera è stata scritta e dedicata al soprano Lucie Mouscadet

  5. -Moro tragedia lirica in un atto su testo di Marco Ongaro per soli, coro e orchestra

  6. -Il Computer opera in un atto su testo di Marco Ongaro


principali opere per orchestra con o senza solista

  1. -Matteo 26 per grande orchestra (Orchestra della Fondazione Arena di Verona dir. Turoy)

  2. -Preghiera per orchestra da camera (I Solisti Veneti dir. Claudio Scimone)

  3. -I grilli cantano per soprano e orchestra (Orchestra Sinfonica di Sanremo  - voce Nair)

  4. -Ai piedi dell’Eden per orchestra d’archi (I Solisti Veneti dir. Claudio Scimone)

  5. -Solo cantata per soprano, tenore, coro e orchetra (Orchestra del Conservatorio di Verona dir. Pier Carlo orizio)

  6. -Il Principio della Malinconia concerto per violino, orchestra d’archi e timpani (violino Gennaro Cardaropoli dir. Alessandro Bonato Orchestra della Filarmonica di Brescia e Bergamo)

  7. -Una croce trafitta d’amore per soprano e orchestra (soprano, Orchestra di Padova e del Veneto)




Insegna composizione presso il Conservatorio “Dall'Abaco” di Verona in cui dal 2004 ha istituito la cattedra del biennio di composizione “musica per film” e tecnologico “composizione multimediale”.


E’ direttore artistico del “Ned Ensemble” gruppo strumentale e vocale per la diffusione della nuova musica con il quale ha diretto, in prima esecuzione assoluta, importanti brani di affermati compositori italiani, tra i quali Ennio Morricone, Giacomo Manzoni, Aldo Clementi, Mauro Montalbetti, Mario Pagotto.


Per il cinema, Mannucci ha scritto le musiche per i film “La crudeltà dell'angelo” e “Dannati” del regista Gianluca Chierici e  il mediometraggio “Non c'è più nessuno” del regista Dario Marzola


Attualmente sta ultimando un’ampia sonata per violoncello e pianoforte scritta per il duo Silvia Chiesa e Maurizio Baglini e ha iniziato a scrivere la pièce danzata in un atto “Lavanderia Warhol” su testo di Marco Ongaro.




Born in Pontremoli in 1960, he studied piano with Rossana Bottai and earned a diploma from the Conservatory of Mantua in 1980.

At the same he became atracted to composition, studying with Camillo Togni at the Conservatory of Parma and earning a diploma from that institution in 1985.

His musical style was decisively influenced by his acquaintance with Aldo Clementi, who presented him at the Festival Pontino 1986 with his Sestetto for strings.

He has receveid awards in numerous composition competitions, and has partecipated in several of the mpst important concert series and festivals of contemporary music both in Italy and abroad.

Since 1995 he has taught composition at the Conservatory of Verona